mercoledì 7 maggio 2014

Quella volta che ho nascosto lo stracchino.

Mi è presa una strana mania.
Nascondo le cose.
Ultimamente in ogni angolo o anfratto della nostra casa si possono trovare piccoli tesori: mollettine, caramelle, giocattoli.
Sono diventata come una gazza ladra, un cagnolino con il suo osso.
Ma non nascondo solo oggetti che mi appartengono: mi diverto anche a far perdere le tracce di biglietti, bollette, scarpe e... gli occhiali della Ragazza. Basta spostarli di poco per vederla girare per tutta casa come una talpa.
Io mi nascondo e rido sotto i baffi, facendo finta di niente.

L'altra sera però l'avevo fatta grossa e non ho saputo mantenere il segreto.
Dopo cena, finito di sparecchiare, stavamo tutti per goderci il nostro momento di giochi, coccole e ralax, quando ho iniziato a saltellare sfoderando un ghigno degno dello Stregatto.

- Alice, cos'è quella faccia?
- Niente, hji!
- Ali, cosa hai fatto?
- Niente, hji!
- Alice su, dicci cosa hai combinato.
- Ho nascosto lo stracchino!
- Cosa?
- Sì, ho nascosto lo stracchino.
- Lo stracchino? Ma dove?
- Qui!

E non ho potuto fare a meno di svelare subito il mio segreto!
Lo avevo chiuso in un Tupperware e messo dentro altri Tupperware che mia madre conserva uno dentro l'altro come matriosche.

Non lo avrebbero trovato mai.

Se la ridarola non mi avesse colpito, si sarebbero prospettate scene esilaranti.

- Ma cos'è questa puzza?
- Non lo so, ho appena lavato tutto il frigorifero.
- Sì, ma c'è puzza.
- Lo so, ma non capisco da dove viene.

La prossima volta non sarò così ingenua. Secondo voi, dopo qualche settimana, di che colore può diventare uno stracchino?

Segue risata malefica: Bwuahahahahahah!







1 commento:

  1. Oddio che ridere! Mi sembra di vedere mia nipote! Anna

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...